naturopatiaistituto

Corso di Deontologia

Il corso è la premessa fondamentale alla formazione del naturopata, perché senza una conoscenza dei principi e delle modalità applicative dell’etica all’agire naturopatico e senza una conoscenza “discretiva” nel senso di “discernimento” nell’applicare l’etica ai problemi dell’esistenza non solo individuale, ma sociale ed  ecologica, ambientale, si correrebbe il rischio di non essere in grado di comprendere le difficoltà della persona che ci chiede dei consigli.

Obiettivi didattici

  • Offrire strumenti per acquisire la capacità di approfondire le tematiche etico-deontologiche nella cura e nell’assistenza (nursing) delle persone;

Durata

Il corso si articola in 1week end di formazione.

Metodologia

  • Esposizione frontale;
  • Proposizione di schemi e di quesiti tramite audiovisivi;
  • Dinamica interattiva attraverso question time;

contenuti del corso

  • Etica e mondo della salute: Grandi orientamenti di fondo e le stagioni dell’etica in medicina – salute e malattia – il paradigma della medicina scientifica
  • L’agire morale: concetto di legge – la coscienza
  • Etica, morale, deontologia: distinzioni e interrelazioni 
  • Cenni di Educazione alla salute: i tre livelli di prevenzione – i comportamenti a rischio– elementi minimali per un counseling
  • Malattia, dolore, sofferenza: il dolore sul piano clinico e medico. Per una nuova concezione del dolore, della sofferenza, della malattia. Il dovere della sedazione del dolore
  • Bioetica ed economia sanitaria:il paradosso della spesa sanitaria. La Naturopatia e le Medicine  Complementari.
  • Il consenso informato: aspetti legislativi, aspetti bioetici – il rapporto naturopata–utente, l’alleanza terapeutica –significato del bene dell’utente – estensione e qualità dell’informazione – estensione e qualità del consenso – manifestazione del consenso –  principio di libertà e autonomia – indicazioni bioetiche operative 
  • Autonomia dell’utente   – capacità di agire dell’utente – valore etico e giuridico del rifiuto terapeutico – valore del consenso o del dissenso  – la dignità della persona . Ruolo del Naturopata
  • Per un codice deontologico della Naturopatia e dell’Operatore di Medicine Complementari: la concezione olistica– la libertà terapeutica – la privacy – informazione e consenso – il principio del limite – il segreto professionale – l’autogestione del proprio benessere – il confronto tra professionisti – l’educazione professionale continua.
  • Strumenti giuridici e culturali di formazione professionale: Legge 14 gennaio 2013 “Disposizioni in materia di professioni regolamentate”; Normativa UNI 11491:2013 “Figura professionale del Naturopata: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” – Il valore bioetico della formazione professionale continua – L’importanza  bioetica delle” forme aggregative delle associazioni professionali”  – Il valore bioetico della certificazione – Ruolo ed importanza delle associazioni di categoria.